SuDDamore, musica e cibo dai sud del mondo

Scritto da Posted on 0 2 visto 320 views
Sabato 24 marzo il #ducosette di Magma ha avuto come ospiti i musicisti Patrizia Pastore e Marco Malagola, meglio conosciuti come LatinArDuo. Stavolta abbiamo dato al nostro classico happening culturale il titolo di “SuDDamore, musica e cibo dai sud del mondo”.

Latinar è un verbo portoghese che si traduce con “latinare”, cioè tradurre, esprimersi, parlare in latino. La scelta di Marco e Patrizia di scegliere questa parola per battezzare il loro duo, è stata dettata in parte dall’assonanza con il nome della nostra città, e molto al riferimento a tutte le lingue romanze delle canzoni del loro repertorio. I loro pezzi spaziano dalla musica brasiliana di Chico Buarque e Gimenez, alla delicatezza dei testi francesi di Moustaki, fino ad arrivare a quelli aspri e pieni di sole della lingua siciliana di Battiato ed alla produzione di brani che hanno per testo le poesie di Goliarda Sapienza messe in musica con arrangiamenti originali.

Le lingue romanze raccontano la passione, l’amore profondo, l’ironia, la malinconia, la gioia, senza mezzi termini. Sono idiomi che appartengono a popolazioni dal carattere ardente e vitale per antonomasia e che riversano nella musica popolare la loro anima.

Il progetto musicale di Patrizia e Marco abbraccia queste caratteristiche: la chitarra di Patrizia ed il suo timbro di voce, la sonorità delle percussioni di Marco fanno immergere chi li ascolta nelle atmosfere calde dei sud del mondo. Siamo rimasti tutti ammaliati dalla loro musica, piena di risonanze che fanno parte del corredo genetico mediterraneo che ognuno di noi si porta dentro.

Abbiamo accompagnato tutto questo con i piatti semplici e ricchi di tutti i sud del mondo, punteggiati di erbe e di sapori, come la Bohémienne provenzale, il Danubio salato campano, il Tortino di broccoli affogati al vino rosso, il Timballo siciliano di anelletti al forno, racchiuso in uno scrigno goloso e croccante. L’omaggio finale è stato per il Brasile, con la Torta con crema al cocco su cui abbiamo fatto colare una ganache cioccolato fondente. E poi, Mediterraneo anche nei bicchieri, con Etna e Nerello della cantina Nicosia e la ‘Nziria dei Principi, Greco di Tufo che porta il nome gioioso e beffardo di un capriccio.

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *