Non solo parkour. L’Art du Déplacement (ADD) azione urbana e ri_uso della città

Scritto da Posted on 0 4 visto 424 views
L’incontro Art Du Déplacement – (ri)vivere la città attraverso il movimentoorganizzato dall’associazione Magma e da Moveway con la partecipazione del carismatico Laurent Piemontesi (fondatore storico dell’ADD) è stata l’occasione per ragionare su questa particolare disciplina inserendola all’interno di un quadro più ampio che riguarda la città contemporanea

Considerando l’ADD come una vera e propria “azione urbana” di riappropriazione dello spazio pubblico, è possibile osservare come il gesto di correre, camminare, saltare o roteare in un dato luogo, corrisponde ad un attraversamento della condizione urbana che ne restituisce una lettura molto specifica, originale e particolare. I traceurs, cosi, non a caso, sono chiamati coloro che praticano il parkour sono dei veri e propri viaggiatori e narratori della città, ne descrivono aspetti del tutto nascosti e non rivelati alla maggior parte degli altri abitanti della città. Il loro è un altro punto di vista, un’altra visione, sia degli elementi fisici che degli aspetti sociali della città. Proprio perché viaggiatori, non più solo visitatori, essi sono protagonisti del loro vivere e di un vero e proprio ri_uso del la città.

Invaio, il Sud tra tradizione e innovazione

Scritto da Posted on 0 2 visto 527 views
La storia di questo #ducosette arriva dalla Basilicata e parla di confronto tra generazioni, di un territorio aspro e lunare e della passione per uno dei prodotti tipici del Sud: l’olio. E’ la storia di due fratelli, Luciano e Antonello Pepe, appartenenti ad una famiglia contadina proprietaria di un uliveto nel Medio-Alto Basento, l’antica Lucania. Nel delineare il loro futuro si sono ritrovati di fronte ad un bivio: tentare la fortuna al Nord, o rimanere nella loro terra, rimodellando l’attività di famiglia seguendo criteri nuovi, per dar vita ad un prodotto di qualità. La determinazione di Antonello e Luciano, ha convinto il padre a lasciargli carta bianca sulle scelte relative al futuro dell’azienda. Così, coniugando tradizione ed innovazione, sono arrivati alla produzione di Invaio, un olio extravergine che abbiamo degustato nei suoi sapori pieni, accompagnandolo a cibi ispirati alla tradizione lucana.

L’Art du Déplacement: ribellione resiliente.

Scritto da Posted on 0 2 visto 1.6K views
Un talk con Laurent Piemontesi, anche per chi è a digiuno di Art du Déplacement (ADD), permette di capire e apprezzare i princìpi che hanno animato, alle origini della disciplina sportiva, il gruppo degli Yamakasi.

Quando parla di loro, parla di famiglia e amici, cioè di una dimensione privata, che però riesce a diventare pubblica attraverso un gesto di ribellione. Vivevano nelle banlieue parigine e invece di adeguarsi al degrado, non accettano la situazione e decidono di cambiarla. È una ribellione che agisce nel segno della resilienza: reinventano l’utilizzo di quelle che molti consideravano brutture, cioè cemento, asfalto, ritagli di verde abbandonato. E le fanno diventare attrezzature perfette per qualcosa di più d’un semplice sport.

Prima di cambiare quegli spazi però, scoprono che devono cambiare loro stessi. Così quel concetto privato di famiglia e amicizia, s’è allargato ed ha avuto modo di diventare pubblico. La leggenda narra – e Piemontesi lascia che si diffonda in tutte le comunità ADD – che a Parigi qualsiasi atleta avesse a disposizione almeno tre posti per consumare un pasto caldo e trovare un letto in cui dormire. Ed è bastato vedere il raduno di Latina, organizzato dall’associazione Moveway, per rendersi conto che quello spirito originario è ancora vivo in chi pratica l’ADD oggi.

Una trasformazione interiore che si riflette nella trasformazione esteriore, cioè in quella che ha subito l’ADD nel corso del tempo: non c’è la minima traccia di competizione, per ogni praticante viene tracciato un percorso di miglioramento personale che non ha tappe forzate o obiettivi precostituiti, la cosa più importante è garantire l’incolumità fisica. Quasi a riflettere il principio: da ognuno secondo le sue possibilità.

E così, nel corso di tutti questi anni, la comunità d’atleti ha dimostrato la possibilità di tracciare percorsi d’inclusione e di riabilitazione al movimento, per tutte le età e le condizioni fisiche. Dalle periferie al centro delle città, facendo subentrare la resilienza di sempre nuove comunità al degrado all’apparenza inarrestabile.

 

Nessun tag

#radiomagma – Puntata del 24 Febbraio

Scritto da Posted on 0 1 visto 52 views
Con Martina Zaralli e Graziano Lanzidei, su Radio Luna, ospite Luca Lardieri per la rubrica di cinema, in collegamento dalla Festival del Cinema di Berlino e Luciana Mattei, che invece ci ha parlato di cibo e cultura, di tradizioni e di innovazione.

Diretta dagli allenamenti del secondo raduno dell’Art du Déplacement con la Moveway, insieme a Luca Perrino e Laurent Piemontesi.

Protagonista anche la musica, in occasione del concerto di Giancane, all’Arci La Freccia – Ex Mattatoio di Aprilia.

Nessun tag

Filòg – il blog collettivo di MAGMA

Scritto da Posted on 0 1 visto 126 views

Filòg è il luogo dove approfondiremo e racconteremo le storie, le nostre e quelle di altri, per attraversare il nostro tempo, guardare il mondo da diversi punti di vista, interagire con la realtà per esserne parte attiva. Sarà un luogo che unisce l’innovazione tecnologica e la tradizione del Filò, che è alle origini di Magma, e che contraddistingue dalle origini il territorio in cui operiamo. Vogliamo raccogliere opinioni, ricerche, esperienze che caratterizzano il percorso di Magma sulla narrazione, dando spazio a tutti i linguaggi narrativi, dal fumetto alla scrittura, dalle illustrazioni ai video, fino alle rappresentazioni iconiche.  Vogliamo fare di Filòg un luogo di incontro, di condivisione di esperienze, di discussione critica, di interazione e di approfondimento.
Buona lettura.

Vari sono i blog in corso di attivazione, i blog attivi sono:

Con_Temporanea_Mente di Paolo Valente

Il sarràco di Coriolano di Francesco Moriconi

Nessun tag

#ducosette – la cena culturale

Scritto da Posted on 0 1 visto 124 views

Ducosette è un evento ideato e realizzato da Magma in cui la narrazione e la diffusione delle storie incontrano il cibo ed il vino, che fanno da armonico accompagnamento. Una sorta di filò moderno in cui al posto del pontile di accesso al podere o alla stalla, c’è una casa e degli associati.

Un ospite d’onore, diverso di volta in volta, racconta la storia delle proprie passioni, dei propri interessi narrativi e quel che li ha generati e continua a sostenerli. È un modo meno formale e più intimo di condividere i processi creativi e le proprie passioni/ossessioni culturali.

Ducosette è un modo per avvolgere in un continuum il racconto, i cibi e i vini che ad esso si ispirano, riducendo al minimo i gradi di separazione.

Nessun tag

La Banda della Migliara

Scritto da Posted on 0 1 visto 96 views
La Banda della Migliara nasce come un esperimento online e sui social e poi diventa una vera e propria web serie di satira nei confronti dell’estetica criminale di Romanzo Criminale, Gomorra, Breaking Bad, Prison Break e tutte le altre serie tv di successo relative al mondo criminale. Dove c’è un criminale sempre con il ciuffo a posto, con la battuta pronta, con un acume da genio, nella Banda della Migliara c’è scapigliatura, una battuta di troppo, una sventatezza quasi ingenua.

La prima stagione, andata in onda tra il 2015 e il 2016 su YouTube e Facebook, ha ottenuto un grande successo che è andato ben oltre le aspettative iniziali: 500 mila visualizzazioni online, con picchi di 70 mila visualizzazioni a puntata, decine di migliaia tra reazioni e commenti ai video.

Nessun tag

Magma è online

Scritto da Posted on 0 2 visto 509 views
Abbiamo sempre detto che ci piace raccontare storie, le nostre e quelle degli altri, e ne abbiamo raccontate a centinaia nel corso degli anni. Basti pensare al ciclo di presentazioni Le parole per dirlo, al Festival Potere alle Storie, alla web serie La Banda della Migliara, alle cene culturali #ducosette, al progetto di city brand CiaoPontinia e alla trasmissione radiofonica RadioMagma.

Sentivamo la necessità che tutte queste storie fossero facilmente accessibili – dai social network tramite le nostre pagine, dall’email tramite la nostra newsletter – e venissero raccolte in un posto, mostrassero a tutti il senso complessivo dell’operazione di innovazione culturale e di narrazione dal basso che abbiamo fatto, stiamo facendo e continueremo a fare.

Il modo migliore per farlo ci è offerto dalla tecnologia: un sito, per conoscere tutte le iniziative che abbiamo fatto e che faremo, e una newsletter per comunicare con maggiore capillarità con chi ci segue, associati e non.

Nessun tag

Radio Magma – le storie on air

Scritto da Posted on 0 1 visto 118 views

Radio Magma, in onda ogni sabato pomeriggio dalle 17 alle 18.30 sulle frequenze di Radio Luna, è una trasmissione in cui si raccontano storie ed eventi legati al mondo della cultura. In maniera leggera, ma senza che la leggerezza levi qualcosa alla profondità con cui s’affrontano gli argomenti.

La trasmissione è condotta da Martina Zaralli, insieme a Graziano Lanzidei, e ospita al suo interno, per il momento, due rubriche fisse: una legata al cinema, tra stori e programmazione, con appuntamenti anche dai maggiori Festival europei, curata da Luca Lardieri; l’altra invece legata al cibo e alla cucina e all’enorme quantità di storie e tradizioni che popolano l’arte culinaria, curata da Luciana Mattei. C’è poi l’appuntamento fisso con la musica, con intervista a gruppi, cantautori e cantanti per il nuovo disco in uscita o per parlare dei live in programmazione.

Per chiunque voglia ascoltare la trasmissione comodamente su qualsiasi supporto, a breve saranno disponibili anche i podcast.

Nessun tag

Il Festival della Narrazione

Scritto da Posted on 0 1 visto 111 views
Dalla trasmissione orale, le storie hanno vissuto una trasformazione incredibile grazie alle scoperte tecnologiche. Le rivoluzioni industriali che l’umanità ha vissuto, hanno prodotto una serie di forme narrative: letteratura, cinema, teatro, fotografia, musica, giornalismo, fumetto, videogiochi, social network. Stanno iniziando a nascere festival interdisciplinari legati alle storie, da quelle popolari a quelle di genere, che attraversano tutte le arti narrative. Perché la fruizione di narrazioni assume forme sempre nuove e diverse, che cambiano e completano il punto di vista su un determinato argomento, ampliando gli orizzonti d’attesa del lettore/ spettatore/ ascoltatore.

Potere alle Storie” è il festival della narrazione con cui l’associazione culturale Magma intende promuovere i racconti della realtà contemporanea, avvalendosi di sguardi multi disciplinari articolati in format diversi e informali.

Nessun tag